20150307_120855

I colori del Giardino dei Tarocchi

Una passeggiata e una esperienza di vita, attraverso un percorso artistico ed esistenziale che ci parla di gioia e allegria e di dolore e di morte, riempiendo gli occhi di colori e immagini

Tutto questo è il Giardino dei Tarocchi, in Località Garavicchio ( Capalbio) nella bassa Maremma. denis-hopper-nikiCreato dalla  pittrice, scultrice e regista Niki de Saint Phalle ( 1930-2002), una delle artiste più popolari della metà del XX secolo.
Una francese naturalizzata americana che ha creato un universo immaginario all’aria aperta e realizzando il suo sogno barocco ha scolpito una favola per grandi e un giardino incantato che strizza l’occhio al  Parque Guell di Antoni Gaudì a Barcelona e al giardino di Bomarzo nel Viterbese.

Il giardino  esotico, realizzato a partire dal 1979 e aperto al pubblico il  15 Maggio 1998, contiene  ventidue imponenti figure ispirate agli arcani maggiori dei Tarocchi, costruite in cemento armato e ricoperte da un mosaico di specchi, vetri e ceramiche colorate.

20150307_120658Il Giardino dei Tarocchi sorge sul versante meridionale della collina di Garavicchio, nella Maremma toscana. L’opera, estesa su circa 2 ettari di terreno, costituisce una vera e propria “città” in cui le sculture-case segnano le tappe del percorso spiccando coloratissime già dalla strada nel selvaggio paesaggio naturale. Ai piedi della collina di Garavicchio, l’accesso al Giardino è letteralmente sbarrato dalla lunga muraglia del padiglione d’ingresso creato da Mario Botta, costituito da un doppio muro di recinzione in tufo con una sola grande apertura circolare al centro, chiusa da una cancellata. Lo stesso Botta ha dichiarato che nel disegno dell’ingresso ha cercato di interpretare il sentimento di “separazione” tra il Giardino ed il mondo esterno che Niki de Saint Phalle chiedeva: il muro è inteso quindi come una “soglia”, da varcare per entrare in una “pausa magica” nettamente divisa dalla realtà di tutti i giorni.

20150307_120141Varcata la soglia, la strada sterrata sale fino alla grande piazza centrale occupata da una vasca e sovrastata dalle figure unite della Papessa e del Mago, i primi arcani maggiori dei Tarocchi che segnano l’inizio del percorso. Circondata dal verde e dalle sinuose panchine di Pierre Marie Le Jeune, la piazza, sorta di grande anfiteatro sovrastato dalle altre, coloratissime sculture, comunica immediatamente quell’impressione di inquietudine ed incantesimo, di fascinazione, di gioco, di splendida visionarietà che anima l’intero Giardino. La vasca circolare in cui si raccolgono le acque sgorganti a cascata dalla scalinata che procede dalla enorme bocca aperta della Papessa, chiara reminiscenza dell’Orco di Bomarzo e ideale legame con i giochi d’acqua di Villa d’Este è segnata al centro dalla Ruota della Fortuna, la scultura meccanica semovente eseguita da Jean Tinguely. Le strade che si dipartono dalla piazza percorrono itinerari diversi che seguono le sinuosità del terreno, salendo o scendendo lungo il costone. Anche le strade giocano nell’opera un ruolo fondamentale: sul cemento che le ricopre, infatti, Niki de Saint Phalle ha inciso indelebilmente appunti di pensiero, memorie, numeri, citazioni, disegni, messaggi di speranza e di fede, snodando un percorso che ancora una volta non è solo fisico ma soprattutto spirituale. Sul costone destro, la piccola scalinata che sale dalla piazza passa sotto la figura del Sole, incarnato nel grande uccello del fuoco, bianco, rosso e giallo, appollaiato sopra un grande arco azzurro, nel quale è evidente il richiamo alla iconografia degli indiani d’America. Immediatamente dopo il Sole, ecco il Papa, opera preferita di Tinguely .

L’artista ha persino realizzato e abitato in una casa degli specchi completa di stanze.

Il costo del biglietto intero è di 12 euro e i mesi di apertura sono da Aprile a Ottobre mentre nei mesi in cui è chiuso, da novembre a marzo, è aperto solo il primo sabato di ogni mese dalle 09.00 alle 13.00 e l’ingresso è gratuito.

SE DESIDERI VISITARE QUESTO GIARDINO MAGICO FAI UNA SOSTA IN MAREMMA E DORMI ALLA FATTORIA MAREMMANA.

CHIAMACI AL 338.3990737